Ottobre 1, 2022
11 °C Roma, IT

Percorso editoriale di Brand Journalism

Mal di testa: i consigli dell’osteopata per combatterlo

mal di testa i consigli dell'osteopata per combatterlo

Il mal di testa è una delle problematiche più diffuse al mondo: solo in Italia ne soffrono circa 26milioni di persone di cui la maggior parte donne.

Tra le insidie che si nascondono dietro questa patologia, la più “pericolosa” è quella dell’intossicazione da farmaco. Per alleviare il dolore, infatti, si è soliti abusare di antinfiammatori, che danneggiano lo stomaco e, talvolta, vengono addirittura prescritti gli psicofarmaci.

Ecco perché l’Osteopatia può essere una soluzione efficace e naturale per il trattamento del mal di testa.

Carlo Conte, osteopata.

«L’Osteopatia si rivela particolarmente efficace sui dolori al capo di origine miotensiva ovvero quelli che partono da una tensione cervicale, proseguono fino al cuoio capelluto e possono anche raggiungere l’orbita – spiega Carlo Conte – Non dobbiamo dimenticare, infatti, che esiste una connessione anatomica diretta tra il nervo trigemino (causa del dolore alla testa), le prime vertebre cervicali e il nervo di Arnold».

Cosa può fare, quindi, l’osteopata per alleviare la situazione? Rilassare la muscolatura sub occipitale, la zona cervicale, utilizzare tecniche sul cuoio capelluto e sui punti riflessi del viso. Se si scarica la tensione si riduce sia il numero di attacchi di mal di testa che il dolore che ne deriva.

Come si può migliorare la sintomatologia?

«Le prime vertebre cervicali e i muscoli suboccipitali sono collegati agli occhi e ai denti – prosegue Conte – Possiamo quindi distinguere il mal di testa serale, spesso dovuto ad un affaticamento oculare, da quello mattutino che è prevalentemente generato dal fenomeno del bruxismo (utile in questo frangente l’ausilio di un bite notturno). Nel primo caso, come affermato nel precedente articolo realizzato su questa rivista, il consiglio da dare ai lavoratori “da desk” è quello di staccare lo sguardo dal monitor ogni trenta minuti e rivolgerlo all’orizzonte; quando fissiamo lo schermo del computer gli occhi sono convergenti poiché si concentrano su un punto specifico dello stesso. Al contrario, quando osserviamo l’orizzonte, la vista sarà divergente e i nostri muscoli oculari saranno più rilassati. Vista che si può preservare altresì con lenti con filtro blue-control che serve a proteggere gli occhi dalla “luce blu” tipica dei dispositivi elettronici, anche se oggi sono svariate le apparecchiature che hanno l’omissione della blue light. In questo modo i muscoli del collo si rilassano di conseguenza».

Non solo. Per combattere il mal di testa è bene mangiare meglio!

«Ci sono alimenti che possono fare da trigger per il mal di testa: pensiamo, ad esempio, ai formaggi stagionati, al cioccolato, al vino e alla birra – rivela il professionista – E’ bene non mangiarli o certamente non associarli insieme. Un ottimo elemento per il mal di testa è il magnesio di alta qualità che provoca un effetto rilassante per muscoli e sistema nervoso. Proprio a proposito dell’uso del giusto tipo di magnesio, mi sto impegnando a divulgare l’utilizzo dei rimedi naturali in campo osteopatico, sul mio sito www.osteopatianaturale.it».

E’ bene non aspettare troppo a lungo per iniziare a combattere in modo efficace il mal di testa: più passano gli anni e più la patologia si cronicizza aumentando le difficoltà di guarigione.

Previous Article

Sloffy: l’anello che aiuta a combattere ansia e stress

Next Article

Benessere, sostenibilità, cambiamento: le possibilità della consulenza d’immagine

You might be interested in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.