Ottobre 1, 2022
11 °C Roma, IT

Percorso editoriale di Brand Journalism

Sotto l’ombrellone? Ripetizioni di matematica

Gli italiani, in estate, preferiscono prendere ripetizioni di matematica, oltre quelle d’inglese. I dati emergono da Letuelezioni.it la piattaforma internazionale dove si incontrano studenti e insegnanti. Si parla di un arco temporale che va da giugno a settembre 2021. Ma le proiezioni per l’anno in corso non si discostano molto da questi risultati poiché è un andamento che si è ripetuto negli ultimi tre anni.

La matematica è la materia tra le più richieste
Mentre il dato sulla richiesta d’inglese potrebbe trovare giustificazione nel fatto che le vacanze spesso portano all’uso più frequente della lingua, la matematica apre diverse ipotesi di interpretazione. Entrando nello specifico della classifica (TAB. 1) i primi due posti vedono rispettivamente 4224 utenti in cerca di lezioni di inglese e  3451 cercano ripetizioni di  matematica. A questi seguono le richieste delle lezioni di italiano da parte di 2.098 utenti,  1366 utenti cercano lezioni di spagnolo e infine il francese è richiesto da 964 utenti.

In Italia gli utenti (insegnanti e studenti) di Letuelezioni.it  sono 329.249 (10%) contro i 3.126.391 di quelli europei. Se si considera l’anno 2021 (Tab. 2), in Italia, le ripetizioni di matematica schizzano al primo posto con 44 mila utenti che le richiedono, a differenza del dato europeo in cui al primo posto rimane l’inglese con quasi 700 mila utenti.

Letuelezioni.it è un hub
E’ la piattaforma di ripetizioni internazionale che nasce in Spagna nel 2007 e che in poco tempo, ha raccolto più di  un milione di insegnanti, distribuiti in vari Paesi d’Europa, di cui il 17% sono localizzati in Italia. La piattaforma mette a disposizione la possibilità gratuita di trovare il docente più vicino per corsi e ripetizioni a domicilio su un ventaglio di materie diversificato che va dalle lingue, alle specialità tecniche, artistiche, professionali, hobbistica, etc.

«Letuelezioni.it si pone come un hub – racconta il suo fondatore Albert Clemente –  in cui studenti e insegnanti si incontrano e si accordano privatamente sul prezzo e il posto dove fare le lezioni. Noi diamo la possibilità all’insegnante di essere presente in una vetrina in cui lo studente sceglie gratuitamente secondo le proprie esigenze. Sarà l’insegnante a sponsorizzare il suo annuncio (se vuole) per apparire tra le prime posizioni».

Albert Clemente

Il prezzo medio di una lezione è di circa 13 euro, è l’insegnante a stabilirlo. Sono più di 350 materie offerte sulla piattaforma che spaziano dalle più scolastiche, alle artistiche, a quelle professionali: lezioni di clavicembalo, di equitazione, di  robotica, o lezioni di Ukulele, oppure lezioni di Pole Dance, emergenze sanitarie, scrittura creativa, danza del ventre, mindfulness, educazione canina, etc.

Previous Article

Benessere, sostenibilità, cambiamento: le possibilità della consulenza d’immagine

Next Article

Vendita diretta, un mestiere che si reinventa: +18% di occupati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.